Contralto

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 32
ScarsoOttimo 
Il sax contralto (oanche abbreviato semplicemente in "alto") è il terzo più piccolo in ordine di grandezza della famiglia. Come tutti gli altri sax è uno strumento traspositore ed è intonato in Mib (Do per pianoforte). L'estensione normale, scritta per chi suona lo strumento, va dal SIb (terza ottava) al FA (sesta ottava) o FA#. La terza ottava del sassofono contralto, conosciuta come registro altissimo, inizia dal FA# e si estende al di sopra. Dato che il registro altissimo (sovracuti) di un saxofono è molto più difficile da controllare rispetto ad altri legni, è di solito conosciuta dai soli musicisti esperti e quindi con un grado avanzato di esperienza.

E' forse il più diffuso, tanto che la sua versatilità sonora è stato incluso anche in molti brani di musica classica.Tra questi, i brani da ricordare sono senz'altro il Bolero di Ravel, la sequenza IXb per sax contralto di Luciano Berio e alcuni pezzi di Debussy. Anche Lee Konitz, noto contraltista jazzista, si è cimentato in esecuzioni di musica classica. Anche molti insegnanti prediligono questo sax per chi inizia data anche la sua ridotta dimensione rispetto al tenore ma di più facile intonazione rispetto ad un soprano.

Tra i contraltisti degni di nota c'è senz'altro uno dei padri del bebop Charlie Parker poi Ornette Coleman, Lee Konitz, Cannonball Adderley, Eric Dolphy, , Phil Woods, Paul Desmond e altri. Per quanto riguarda la musica classica impossibile non citare  Marcel Mule, Sigurd Raschèr, and Eugene Rousseau che sono tra l'altro grandi studiosi del sax che ci hanno lasciato alcunio fondamentali metodi che tutt'oggi sono tra i più studiati sia al conservatorio che fuori.